Comunità Montana Partenio - Vallo di Lauro

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

Scamorza

L'intero territorio regionale è interessato alla produzione della scamorza. In particolare la penisola sorrentina, Alto casertano Sannio, Irpinia, Vallo di Diano.
Descrizione delle metodiche di lavorazione, condizionamento, stagionatura
Le principali fasi di lavorazione sono:

- eventuale pastorizzazione, a 70-72°C per 20 secondi;
- riscaldamento del latte;
- coagulazione attraverso aggiunta di sieroinnesto (siero del giorno precedente acidificato naturalmente) e caglio liquido di vitello;
- caseificazione (rottura della cagliata e successiva maturazione, su piani inclinati);
- aggiunta di acqua quasi bollente durante la vera e propria filatura;
- formatura a mano;
- raffreddamento in acqua;
- salatura;
- confezionamento.

La scamorza, in varie tipologie, è diffusa in particolare nell'area del Partenio da tempo sicuramente superiore ai 25 anni; come per tutti i formaggi a pasta filata, anche in questo caso occorre esperienza da parte del casaro nello stabilire il momento più adatto per l'inizio della filatura, che rappresenta senza dubbio la fase tipica e tradizionale del processo di lavorazione.

Testimonianze certificate
AAVV. Università degli Studi di Napoli "Federico II". "Prodotti Agroalimentari tipici della Campania", Portici 1995


Cosa vuoi trovare?


Prodotti Tipici

Dove Dormire

Dove Mangiare

Servizi - Artigianato